moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Scuola e laicità: Il no del Tar
alle benedizioni pasquali in aula

rassegnaNel marzo 2015 un gruppo di insegnanti e genitori delle elementari Carducci di Bologna si era rivolto al Tar per impugnare una delibera della scuola in cui si autorizzavano alcuni parroci a dare la benedizione pasquale all’interno delle aule dell’istituto. Il Tar dell’Emilia Romagna ha accolto il ricorso, affermando che le funzioni religiose a scuola non possono entrare. Il principio costituzionale della laicità o non confessionalità dello Stato, affermano i giudici, “non significa indifferenza di fronte all’esperienza religiosa, ma comporta piuttosto equidistanza e imparzialità rispetto a tutte le confessioni religiose”. E ancora, la scuola non deve “essere coinvolta nella celebrazione di riti religiosi che sono attinenti unicamente alla sfera individuale di ciascuno – secondo scelte private di natura incomprimibile – e si rivelano quindi estranei ad un ambito pubblico che deve di per sé evitare discriminazioni” (Repubblica e La Stampa).

Primarie Usa: Sander, una prima vittoria. Il candidato Bernie Sanders è il primo ebreo ad aggiudicarsi il voto in uno stato nel corso delle primarie del partito democratico che decideranno la scelta del candidato presidente. In New Hampshire Sanders ha infatti battuto l’avversaria Hillary Clinton ma la strada è ancora lunga. Sanders intanto aveva ironizzato sulle sue origini in un duetto televisivo al Saturday Night Live (Corriere della Sera). Prossimo obiettivo per il democratico socialista, scrive la Stampa, conquistare il voto degli afroamericani. Sul fronte Repubblicano, è il miliardario Donald Trump a festeggiare la vittoria in New Hampshire e lo fa nel suo stile: “sarò il più grande presidente mai creato da Dio” (La Stampa).

L’accordo Hamas-Fatah. Le due fazioni palestinesi di Fatah e Hamas hanno raggiunto un accordo a Doha per la creazione di un governo di unità nazionale. I due movimenti, che controllano rispettivamente Cisgiordania e Gaza, avevano già cercato di ricucire lo strappo nel 2014 ma il tentativo era fallito. Secondo alcuni commentatori, scrive l’Osservatore Romano, l’accorda sarebbe “un passo molto importante verso la riunificazione amministrativa di tutti i territori palestinesi”.

Sul valico di Kerem Shalom. 900 tir al giorno attraversano il valico di Kerem Shalom per portare rifornimenti da Israele a Gaza. A raccontare, con l’aiuto dell’ufficiale israeliano Ami Shaked, la complessa gestione del traffico e dei controlli sui tir, un articolo del Foglio. Nel 2014 gli uomini di Shaked hanno controllato 64 mila Tir e ne hanno bloccati 250 — arrestando i guidatori — perché contrabbandavano carichi pericolosi verso Hamas.

Mattarella all’Onu. “La diplomazia dell’accoglienza per un seggio italiano nell’esecutivo Onu” titola La Stampa, riassumendo le ambizioni italiane di entrare nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite come membro non permanente. A promuovere la causa, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che negli scorsi giorni è stato al Palazzo di Vetro e ha incontrato il Segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon.

Le parole shock del leghista. “Se avessi un figlio gay, lo brucerei nel forno”. Condanna unanime nel mondo politico per le parole pronunciate dal consigliere regionale leghista della Liguria, Giovanni De Paoli, davanti ad alcuni rappresentanti dell’Agedo, l’associazione dei genitori di omosessuali. (Repubblica).

Memoriale di Bologna. Sulle pagine bolognesi di Repubblica compare un analisi critica dell’installazione inaugurata lo scorso 27 gennaio e dedicata alle vittime della Shoah.

Daniel Reichel twitter @dreichelmoked

(11 febbraio 2016)