Fondazione Beni Culturali Ebraici in Italia
Biella, il restauro del Sefer Torah

Copia-di-DSCF6380 La Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia ha lanciato la sua prima campagna di crowdfunding per finanziare il restauro di un antico sefer Torah proveniente dalla sinagoga di Biella, un progetto già intrapreso insieme alla Comunità ebraica della città per riportare in uso uno dei più antichi rotoli della penisola. Si tratta di una prima volta per il mondo culturale dell’ebraismo italiano, come ha sottolineato il presidente Dario Disegni, spiegando la decisione di avvalersi del sistema di finanziamento collettivo online per portare avanti le iniziative della Fondazione.
Quello del sefer Torah biellese, di grafia ashkenazita, scritto nel XIV° secolo è un “restauro emblematico”, ha sottolineato Disegni, poiché “se gli esami con il Carbonio 14 lo confermassero potrebbe trattarsi del sefer Torah in uso più antico d’Italia”. Per questo la Fondazione ha deciso di partire da qui, con l’intenzione di avvalersi del crowdfunding anche per altre iniziative successive se l’esperienza si rivelerà positiva. Il lavoro necessario per il restauro del sefer di Biella, spiega la Fondazione, comprende la pulitura e il restauro delle pergamene, il riempimento delle lettere che presentano cancellature o fenditure dell’inchiostro e il restauro di tutti i fori di tarli con pasta di pergamena e riempimento delle lettere spezzate. “Si tratta di un bene culturale di grande valore ma allo stesso tempo di un progetto di piccole dimensioni attuabile con un budget non eccessivo – ha detto Disegni – per cui sarà possibile ricevere donazioni di modesta entità ma allo stesso tempo provenienti da una molteplicità di soggetti, che serviranno anche da termometro del seguito della Fondazione”.
Con difficoltà ad ottenere fondi pubblici, Disegni ha osservato come in tutte le realtà culturali del paese si stanno cercando modalità alternative per reperire i finanziamenti per progetti e iniziative e il crowdfunding è diventato uno dei più diffusi grazie ai risultati già raggiunti. “Crediamo che sia utile avvalersene anche nell’ambito dell’ebraismo italiano, con una campagna rivolta a tutti”, il cui obiettivo è la riconsegna del Sefer Torah per la primavera del 2016.

Francesca Matalon twitter @fmatalonmoked

(16 febbraio 2016)

Commenti disattivati.