moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…luce

Che Liliana Segre sia stata nominata dal Presidente Mattarella senatrice a vita è una di quelle notizie che ti consentono di guardare con più forza al futuro, di vedere un poco di luce nelle tenebre che sembravano infittirsi ogni giorno di più. Innanzi tutto perché questa nomina restituisce dignità morale alla sfera della politica. Ne sentivamo molto il bisogno in un paese in cui il populismo dilagante anche nelle istituzioni ha quanto mai degradato l’agire politico. Perché ci consente di avere ancora fiducia nelle istituzioni del nostra Paese, di sentirci guidati, appoggiati, confortati da chi ci rappresenta. Poi perché la scelta del Presidente è stata quanto mai felice: Liliana Segre porterà nel Senato la stessa lucida forza con cui combatte da tanti anni contro ogni forma di discriminazione, di razzismo, di antisemitismo. Non rappresenterà soltanto la Memoria, ma anche il buon uso della Memoria. E questo ci sosterrà in questi tempi oscuri

Anna Foa, storica

(22 gennaio 2018)