moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Sorgente di vita – Pesach


Si apre con una copertina su Pesach la puntata di Sorgente di Vita del 14 aprile 2019.
Che differenza c’è tra la sera della cena pasquale e tutte le altre sere? Perché si racconta la storia dell’uscita dall’Egitto? Perché si apre la porta al pellegrino? Tutti i significati della ricorrenza di Pesach condensati in una poesia di Primo Levi tratta dalla raccolta “Ad ora incerta”. Il servizio, dal titolo “Pasqua”, è di Alessandra Di Marco.
Il secondo servizio è dedicato all’ultimo romanzo di Elena Loewenthal, “Nessuno torna a Baghdad”. Saggista, traduttrice dall’ebraico di grandi autori israeliani, scrittrice, nel libro racconta la storia di una donna, dei suoi tre figli, dei nipoti, che lasciano Baghdad in momenti e circostanze diversi, per fuggire dai pogrom, per seguire un amore, per ricongiungersi alla famiglia. Un’appassionante saga familiare che prende spunto da storie vere e racconti di ebrei iraqeni emigrati in Israele. Al centro il tema del viaggio come dimensione esistenziale, in una realtà ebraica variegata e cosmopolita. Il servizio, dal titolo “Personaggi con le ali”, è di Piera Di Segni e Alessandra Di Marco.
È dedicato alla storia del Pentcho, battello fluviale che durante la Seconda Guerra Mondiale portò in salvo oltre 400 ebrei dei paesi dell’Europa dell’est, il terzo servizio della puntata. Una storia raccontata in un docufilm del regista Stefano Cattini, che ha intervistato i sopravvissuti e ha voluto ripercorrere la rotta del lungo viaggio, dal Danubio al Mediterraneo: la fuga, gli ostacoli, le peripezie dei naviganti in fuga dal nazismo, il naufragio su un’isola greca, l’internamento nel campo di Ferramonti in Calabria e alla fine la nuova vita nel neonato Stato d’Israele. Il servizio, dal titolo “L’avventura del Pentcho”, è di Daniele Toscano e Adriano Leoni.
La puntata si chiude con un servizio sulla festa che si è svolta a Milano per i 60 anni dall’arrivo in Italia del movimento Chabad Lubavitch, nato nell’est Europa, trapiantato negli Stati Uniti e ormai diffuso in tutto il mondo. Il gruppo si è sviluppato intorno alla carismatica figura del Rebbe Menachem Schneerson, scomparso nel 1992. Saggezza, comprensione e conoscenza sono i pilastri della filosofia del movimento che vede nell’osservanza dei precetti religiosi e nello studio della Torah gli strumenti fondamentali per avvicinare all’ebraismo anche le persone più lontane dalle tradizioni. La vita del movimento nelle attività quotidiane, nella scuola di Milano, nei corsi per le ragazze, nei momenti di studio dei testi ebraici. Il servizio, dal titolo “Nel segno del Rebbe”, è di Daniel Reichel e Adriano Leoni.

La puntata di Sorgente di Vita andrà in onda su Rai Due domenica 14 aprile 2019 alle 8.30 del mattino. Sarà replicata lunedì 15 aprile alle 1.50 circa e domenica 21 aprile alle 0.55. I servizi, dopo la prima messa in onda, sono visibili sul sito:
https://www.raiplay.it/programmi/sorgentedivita/

m.d.p.