moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Dalla laicità al ruolo dell’arte
il nuovo Pagine Ebraiche

Schermata 2019-07-07 alle 12.43.05L’Italia è un Paese laico nel senso pieno del termine? Un Paese in cui a tutti i cittadini, a prescindere da appartenenze identitarie e religiose, sono garantiti gli stessi diritti e lo stesso trattamento? E quale equilibrio ha trovato Israele, Stato ebraico e democratico? Domande a cui prova a dare risposta il dossier Laicità, pubblicato sul numero di luglio di Pagine Ebraiche attualmente in distribuzione.
Un giornale ricco di spunti, con un approfondimento sulla grande mostra ospitata agli Uffizi “Tutti i colori dell’Italia ebraica” che propone uno sguardo inedito e affascinante su due millenni di storia ebraica. Di mostre, arte e musei parla anche il direttore del Museo d’Israele Ido Bruno che racconta cosa significa guidare uno dei fiori all’occhiello del paese.
Nelle pagine dedicate a Israele, da una parte l’effetto Conferenza del Bahrain sui rapporti tra Gerusalemme e i Paesi del Golfo, dall’altra l’avvicinamento alle elezioni di settembre, con il fronte della sinistra che cerca di organizzarsi. A proposito di sinistra, uno sguardo anche agli Stati Uniti e a cosa pensano d’Israele alcuni dei principali candidati delle primarie del partito democratico.
Nelle pagine di cultura, un ritratto dello scrittore Romain Gary, tornato alla ribalta grazie al suo ingresso nella Biblioteca della Pléiade, e le mostre dedicate a due grandi fotografi dalle biografie avvincenti: Adolfo Kaminsky e Gerty Simon.
Dalle conversioni nell’ebraismo all’antipolitica in Italia, diversi i temi analizzati nello spazio delle opinioni, con contributi, tra gli altri, di rav Roberto Della Rocca, e dello storico delle idee David Bidussa.
Nelle pagine di Sport, presentata una nuova iniziativa editoriale che offre uno sguardo originale sul passato: “Storia dello Sport. Rivista di Storia Contemporanea”, emanazione della Società italiana di storia dello sport (SISS). Dal 29 luglio torna inoltre l’appuntamento con i Giochi Europei Maccabi, che quest’anno si terranno a Budapest e vedrà la partecipazione delle delegazione italiana.