moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Il prof filonazista
verso il licenziamento

rassegnaRischia il posto Emanuele Castrucci, il docente dell’Università di Siena che ha espresso il proprio apprezzamento per Hitler. “Il rettore Francesco Frati – racconta tra gli altri il Corriere – ha chiamato gli avvocati dell’ateneo, ha riunito il senato accademico e ha proposto di denunciare alla Procura Castrucci e di chiedere alla commissione disciplinare la sospensione e poi la destituzione dall’incarico, insomma il licenziamento in tronco. Proposta che è stata votata all’unanimità”. Anche la Comunità ebraica fiorentina, competente per la città di Siena, ha espresso in una nota l’intenzione di rivolgersi all’autorità giudiziaria.
Antisemiti e razzisti: Repubblica racconta chi sono “i cattivi maestri”, e cioè i professori di scuola e università saliti in cattedra con parole di odio incompatibili con la funzione svolta. “In principio – si ricorda – fu Antonio Caracciolo, oggi 69enne. Nel 2009 era ricercatore di filosofia del diritto alla Sapienza di Roma. Le sue teorie campeggiavano in un blog dedicato”.

Su Amazon si vendevano fino a poche ore fa oggetti natalizi con foto di Auschwitz. Un campionario agghiacciante, come ricorda La Stampa: “Un apribottiglie colorato, un tappetino per il mouse, c’erano perfino le formelle da appendere all’albero di Natale. Tutto in versione gadget colorato con vischio e fiocchettini”. Dopo le vibranti proteste, tra gli altri del Museo di Auschwitz, gli oggetti sono stati ritirati dalla vendita.

“Ci sono gli immigrati, che qui chiamiamo sans papiers. Anche se so che fornire documenti non risolverebbe tutto perché la soluzione deve venire dai governi e c’è anche questo clima di odio che torna”. È per loro che oggi si spenderebbe Adolfo Kaminsky, il più grande falsario di documenti del Novecento. Lo dice in una intervista a Repubblica. Kaminsky, che è ebreo e iniziò la propria attività nella Francia sotto occupazione nazista, si dice angosciato: “Il mondo sembra impazzito”.

“Gli ebrei hanno paura della sinistra”. Questo il titolo scelto da Libero per parlare delle preoccupazioni espresse dal presidente della Conferenza dei rabbini europei rav Pinchas Goldschmidt, secondo cui l’antisemitismo sarebbe in crescita anche per via dell’incontrollata gestione dei flussi migratori. Per Libero, “un colpo da Ko per tutti gli antifà di professione, per tutti gli integralisti della Commissione Segre, per tutti i Fiano e i Lerner”.

“Italiani ed europei continuano a sostenere la soluzione Due Stati per Due Popoli e a ritenere illegali gli insediamenti. Usa e Europa presentano punti di vista differenti, ma come Ue manteniamo una volontà precisa. E come italiani lavoreremo con i partner europei”. È quanto afferma la viceministra Marina Sereni in una intervista con il Manifesto dedicata al conflitto israelo-palestinese.

Adam Smulevich twitter @asmulevichmoked

(3 dicembre 2019)