moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…donne

Ritratti di donne: Aung San Suu Kyi, il premio Nobel per la pace, condannata in Birmania a 18 mesi, il bel volto affilato sui manifesti di mezzo mondo. L’attivista di una ONG, Zarema Sadulayeva, assassinata con il marito a Grozny. Clotilde Reiss, giovane studiosa francese innamorata della cultura iraniana, “confessa” in aula le sue colpe, nel più perfetto stile sovietico, il volto pallido stretto nel foulard. E non dimentichiamoci la ragazza sedicenne assassinata dallo zio in Giordania perché, violentata dai cugini, era ormai “disonorata”. Di lei, i giornali non riportano il volto, quasi a sottolineare che è solo una tra tante. Donne in guerra, guerre dichiarate o non dichiarate.

Anna Foa, storica