moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…settembre

E’ accaduto in questi giorni di settembre. Il primo settembre (1939) la Germania nazista attaccava la Polonia, il 3 settembre la Gran Bretagna dichiarava guerra alla Germania, il 17 settembre l’Unione Sovietica invadeva il territorio della Polonia. L’8 settembre (1943) l’Italia sconfitta trasmigrava dal campo nazi-fascista a quello dei paesi alleati democratici. L’11 settembre (2001) l’attacco islamico alle torri gemelle, simbolo di New York e della potenza economica globale, e al Pentagono, simbolo della potenza militare americana. Il 20 settembre (1870) le forze militari dello Stato italiano irrompevano a Roma capitale dello Stato pontificio. Ognuno di questi momenti, differenti per intensità, modalità ed esito, rappresenta uno scontro fra diversi sistemi politici, diversi modi di porsi eticamente, diversi concetti del genere umano. In tutti questi casi, difficile negare che lo scontro di civiltà ci sia stato. È abbastanza chiaro che cosa sia avvenuto nell’immediato, molto meno facile stabilire chi abbia vinto a lungo termine. Alcuni dei conflitti del mondo contemporaneo continuano a portare in sé i geni di quelli del passato. E non sappiamo mai se nei giorni intercorsi fra una data di settembre e l’altra si ricamano le trame che porteranno al prossimo inevitabile scontro, oppure a un riconoscimento di principi condivisi di verità, giustizia e libertà.

Sergio Della Pergola, demografo, Università Ebraica di Gerusalemme