moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Ze’ev Levy (1921-2010)

Nel kibbutz Hama’apil è scomparso ieri 16 marzo 2009/1 nissan 5770 Ze’ev Levy, filosofo e professore emerito di filosofia ebraica all’Università di Haifa. Ze’ev Levy era nato a Dresda nel 1921 e nel 1934 era emigrato con la famiglia in Eretz Israel. Dopo aver completato la scuola a Tel Aviv, aveva lavorato duramente, dedicandosi all’agricoltura nel Kibbutz Cheftzi-bah; era diventato pastore e manteneva così la sua famiglia. Ma un giorno contrasse una malattia infettiva e fu costretto all’isolamento. Approfittò di quel periodo per riprendere gli studi. Si dedicò prima alla matematica, poi alla filosofia. Studiò con passione Spinoza. Il Kibbutz lo aiutò. Ze’ev Levy poté ottenere in breve tempo la laurea, con una tesi su Rosenzweig, e poi la libera docenza. Fu tra i primi ad insegnare filosofia ebraica in Israele. Dal 1973 al 1989 ricoprì la cattedra a Haifa. Ha scritto libri di etica e bioetica; ha tradotto moltissimi autori in ebraico, tra cui Levinas, e ha pubblicato numerose opere di rilievo su Spinoza, Mendelsohn, Nachman Krochmal, Hermann Cohen, Martin Buber. Chi lo ha conosciuto lo ricorda per la sua cultura, la sua umanità, la sua straordinaria modestia.

Donatella Di Cesare, filosofa