moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Con amici così, chi ha bisogno di nemici?

Siamo “permalosi”, ci manda a dire il vescovo di Cerreto Sannita Michele De Rosa il quale, partendo dallo scivolone di padre Cantalamessa che citando un “amico ebreo” aveva azzardato un paragone tra antisemitismo ed i presunti attacchi in corso nei confronti del Papa, si produce poi in un vero e proprio sfogo nel quale sembra confessare di non poterne più delle pretese di questi ebrei : ”Preghiamo perché si convertano e non va bene, abbiamo tolto l’espressione ‘perfidi giudei’, e non va bene, papa Benedetto XVI ha cambiato la preghiera del Venerdì Santo nella messa tridentina, e non va bene. Bisogna sempre chiedere scusa ogni volta, mi sembra ci sia una reazione esagerata”.
“…Capisco che abbiano sofferto con l’Olocausto, ma non possono farne una bandiera…”, è un’altra “perla” del De Rosa pensiero.
Il Vescovo De Rosa è membro della Commissione CEI per l’ecumenismo e il dialogo e, a parte lo stress che pare aver accumulato, mi conferma ancora una volta la saggezza di un detto americano che spesso mi viene ricordato : “con amici così, chi ha bisogno di nemici?!”.

Gadi Polacco, Consigliere dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane