moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Memoria – Iniziative e appelli per ricordare la Shoah A Palazzo Chigi parte la raccolta delle testimonianze

Un bimbo entra in una stanza dove si trovano, raccolti in alcuni scatoloni, oggetti, vecchi libri, documenti, fotografie d’epoca, dell’epoca della Shoah, un foglio cade in terra. E’ il nuovo spot, pochi secondi di immagini, che verrà lanciato a partire dal Giorno della Memoria, per sensibilizzare le famiglie alla Campagna promossa dal Comitato di coordinamento delle celebrazioni in ricordo della Shoah, volta a realizzare una raccolta di materiali e documenti sulla Shoah che arricchiranno i Musei della Shoah e dell’ebraismo di Roma e di Ferrara e del CDEC di Milano. Lo spot che andrà in onda fino al 30 giugno 2011, è stato realizzato a cura del Dipartimento per l’informazione e l’editoria. Quattro i testimonial scelti, Piero Angela, Alain Elkann., Giovanni Maria Flick e Massimo Ranieri per il lancio del breve filmato, ideato da Robert Hassan, la cui musica di sottofondo è stata composta e donata da Giovanni Allevi. Lo spot è stato mostrato al pubblico in sala nel corso della Conferenza stampa che si è svolta a palazzo Chigi per presentare gli eventi promossi dal comitato per le celebrazioni in ricordo della Shoah della Presidenza del Consiglio dei Ministri in vista del giorno della Memoria, dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta e dal Presidente Ucei Renzo Gattegna.

Nel prendere la parola e dare il benvenuto al pubblico in sala fra cui sedevano molte autorità, fra cui la vicepresidente della fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea Raffaella Mortara, il presidente della Comunità Ebraica di Roma Riccardo Pacifici, l’onorevole Alessandro Ruben, l’amministratore delegato delle Poste italiane Massimo Sarmi, il magistrato e giurista Giovanni Maria Flick presidente onorario del Museo della Shoah di Roma, il giornalista Piero Angela, gli storici Marcello Pezzetti (direttore del Museo della Shoah di Roma) e Riccardo Calimani (presidente del Museo della Shoah di Ferrara), Letta ha voluto ricordare Tullia Zevi presidentessa Ucei dal 1983 al 1998, scomparsa lo scorso sabato. “Tullia Zevi – ha detto – ha segnato i rapporti é colei che ha sottoscritto l’intesa con lo Stato italiano nel 1987. Io la conoscevo da diversi anni e posso testimoniare la sua passione, la cultura e la competenza. E’ un omaggio che faccio come rappresentante del governo a cui unisco un sentimento personale di stima e considerazione. Vorrei ricordare la sua sensibilità e cultura. Al di là della professione, ha sempre fatto le cose con una passione e applicazione che le fanno onore. Tullia Zevi è stata inoltre tra coloro che hanno promosso l’istituzione del giorno della memoria”.Letta ha anche illustrato, fra le tante iniziative organizzate per celebrare il Giorno della Memoria, quattro eventi centrali su cui il comitato di coordinamento istituito appositamente da palazzo Chigi per evitare sovrapposizione di più eventi ha deciso di puntare: quest’anno, oltre alla cerimonia che si tiene al Quirinale, è in programma per domani una tavola rotonda dal titolo “Informazione, Mistificazione, falsi storici: il pregiudizio antiebraico nell’epoca di internet”; a Venezia invece sarà allestita una mostra che aprirà ufficialmente il 27 gennaio dal titolo ‘”1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia”. Sempre nel Giorno della Memoria verrà organizzato un incontro tra gli studenti romani e gli ebrei sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti. A Milano invece, presso il Conservatorio, sempre il 27 gennaio, sono previste una serie musiche letture e riflessioni sul giorno della Memoria. Il presidente Gattegna unendosi alle parole poco prima espresse dal sottosegretario Letta, ha sottolineato che grazie al comitato di coordinamento vi è stato una migliore organizzazione nella successione delle varie iniziative che quest’anno ha potuto contare anche sull’aiuto dei Musei della Shoah, ricordando anche il concorso rivolto alle scuole che negli ultimi anni ha coinvolto circa centomila studenti.