moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Shalit è un uomo libero

“Mi è mancata la mia famiglia, non vedo l’ora di riabbraccirali”. Sono le prime parole di Gilad Shalit, finalmente libero dopo oltre cinque anni di prigionia. “Mi è stato detto una settimana fa che sarei stato liberato” dichiara il caporale israeliano nella sua prima intervista con una televisione egiziana. Detenuto nella striscia di Gaza da terroristi legati a Hamas, Shalit, ora sotto custodia dell’IDF, sarà presto portato nella base militare israeliana di Tel Nof dove troverà ad attenderlo la sua famiglia e il premier Benjamin Netanyahu. “Mi auguro che questo accordo possa contribuire alla pace” ha poi concluso Gilad.