moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…Unesco

Nella rivista palestinese per bambini Zayzafuna, viene glorificato Hitler, benemerito dell’umanità per la Shoah che ha perpetrato. L’Unesco, che sosteneva la rivista, decide di sospenderle il finanziamento. L’Unesco, fra l’altro, ha da poco riconosciuto lo stato palestinese. E l’Unesco, paradossalmente, non è un’istituzione politica, ma educativa (‘Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura’). Chi, dall’interno, sta cercando con fatica e dolore di rimanere oggettivo nel doloroso contrasto israelo-palestinese, si chiede su quali premesse culturali, ideologiche, etiche, ci si possa confrontare, quando ai bambini si mettono in mano strumenti didattici di questo genere. Quale politica dell’odio si sta perseguendo? E a quale pace mai potrà portare? Ma c’è qualcuno che la vuole la pace? Eppure, non si può smettere di parlare. Di sperare, un po’ meno.

Dario Calimani, anglista