moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Firenze – Le risorse e il futuro

Ritmi serrati nel confronto e apertura di prospettive nuove e complesse nell’ultima tornata del Corso di formazione organizzato dal dipartimento Educazione e cultura dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane che si conclude in queste ore a Firenze.
Dopo una prima giornata dedicata alla formazione molto concentrata sull’organizzazione comunitaria e arricchita di approfondimenti sociologici, demografici e storici con i contributi di Georges Bensoussan, Sergio Della Pergola e Saul Meghnagi è stata oggi la volta di un’analisi approfondita del problema della gestione delle risorse su cui può contare l’ebraismo italiano.
Il vicepresidente UCEI Anselmo Calò ha tracciato un quadro delle risorse esistenti particolarmente concentrato sull’andamento della raccolta Otto per mille. Numerose le domande dei partecipanti, Presidenti, Consiglieri e amministratori di Comunità, rabbini, attivisti delle organizzazioni giovanili ebraiche.
La situazione, estremamente complessa, lascia intendere che la limitata capacità di raccolta delle risorse dell’ebraismo italiano rischia di minacciare il futuro delle Comunità e di limitare i servizi e le attività che queste sono in grado di offrire. Ma il confronto, sempre molto vivo, si è intrecciato con i temi toccati nella giornata precedente di lavori (le dinamiche demografiche globali, i fenomeni di antisemitismo, il rapporto con Israele), perché il problema delle risorse e soprattutto una capacità di raccolta diversificata a seconda delle varie realtà ebraiche locali, corre il rischio di condizionare fortemente il futuro dell’ebraismo italiano.
Nella sua ultima tornata il corso di formazione ha continuato anche a costituire uno straordinario laboratorio di lavoro e di progettazione per le istituzioni degli ebrei italiani. In parallelo, sempre a Firenze, si è tenuto il corso di aggiornamento degli insegnanti delle scuole ebraiche italiane. Fra i molti temi evocati il rapporto fra didattica e tecnologia: spunti dal modello pedagogico ebraico, l’alfabetizzazione tecnologica, le risorse web, i portali per la didattica delle varie discipline, l’antisemitismo e antisionismo ieri e oggi, dall’Europa ai Paesi arabi, ebraismo, società e avanguardia: attualità, sfide e nuovi orizzonti, nuovi spazi di apprendimento online.