moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tolosa – rav Gilles Bernheim ai politici: “Rifiutiamo ogni strumentalizzazione”

Ogni strumentalizzazione politica e ogni generalizzazione nel giudizio deve essere evitata di fronte alla strage di Tolosa. In una mattinata drammatica, che ha portato a Gerusalemme agli strazianti funerali delle quattro vittime dell’assalto alla scuola ebraica, nel Sud della Francia alle esequie dei militari assassinati precedentemente e nella città di Tolosa all’individuazione del giovane estremista islamico quasi certamente responsabile di entrambe le stragi, il compito più delicato è toccato al rabbino capo di Francia Gilles Bernheim, massima autorità morale dell’ebraismo d’Oltralpe.
Salito all’Eliseo nel corso della mattinata, il rav Bernheim, che aveva a fianco non a caso i leader delle comunità islamiche di Francia e che negli scorsi giorni, in una clamorosa uscita pubblica, aveva chiarito che nessun ebreo francese poteva sentirsi autorizzato a esprimere il proprio voto a favore della candidata della destra xenofoba alle presidenziali Marine Le Pen, ha usato nuovamente parole chiare.
In un messaggio immediatamente rilanciato dalle radio e dalle televisioni che ha raggiunto decine di milioni di francesi, il Rav ha chiarito che “chi attacca dei militari e attacca dei bambini che entrano in una scuola, attacca innanzitutto i valori della Francia. Proprio perché hanno voluto attaccare degli ebrei in quanto ebrei, hanno messo in questione la sicurezza e la dignità nazionale. Per questo la reazione a questi attacchi sarà francese e non sarà limitata a una comunità”. “Il maggiore pericolo – ha chiarito il Rav – è quello di lasciar passare anche al nostro interno le piccole violazioni nei toni e nei comportamenti dei valori che testimoniamo e che ci uniscono: eguaglianza, giustizia, accettazione, rispetto dell’altro, amore del prossimo”. Una ferma messa in guardia, mentre la campagna per le elezioni presidenziali entra nella fase più calda e gli interessi delle diverse parti politiche rischiano di cedere alla tentazione di trarre profitto dell’ondata emozionale suscitata dall’azione terroristica.
In un messaggio rivolto al rabbinato francese, il Rav ha raccomandato per il prossimo Shabbat la lettura dei salmi 90, 91 e 21 prima dell’uscita del Sefer Torah in tutte le sinagoghe della maggiore realtà ebraica europea.