moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

rispetto…

È scritto nella Parashà di questa settimana la Parashà di Behàr Sinai: “Nessuno opprima il suo prossimo, abbi timore del tuo Signore, perché Io sono l’Eterno, il vostro Signore” (Vaikrà 25, 17). Il grande commentatore della Torah Rabbì Shlomò Itzchaki, conosciuto con il suo acronimo come Rashì, commenta questo verso della Torah dicendo: “Nessuno di voi molesti verbalmente il suo compagno e non gli dia consigli falsi e interessati”. Il grande Rabbì Bunem di Pshisha diceva a proposito di questo: “La Torah ha posto una particolare attenzione a non opprimere il nostro prossimo, ma un vero Chasìd – un uomo pio – deve sapere che ci è vietato anche opprimere noi stessi”.

David Sciunnach, rabbino