moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…umorismo

In tempi di witz, un orfano amico mi dice: “L’unica consolazione dell’orfano è di non avere un padre cui possa essere chiesto un giorno di sacrificare il proprio figlio”. Raramente ci si rammarica, invece, che il Maestro sopprima il discepolo per non esserne un giorno soppresso.

Dario Calimani, anglista