moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…elezioni

Prima delle elezioni americane, Benjamin Netanyahu erastato rappresentato come l’alter-ego di Mitt Romney, ma ora la fazione del Tea Party ha stravinto le elezioni primarie del Likud sotto il naso e a dispetto di Bibi. Oggi, nel giorno in cui le Nazioni Unite votano sull’ammissione di uno Stato palestinese (proposta sulla quale il presidente Obama voterà contro), Israele è alla ricerca del suo Obama. Nel supermarket di partiti e partitini in corsa per la Knesset, di presunti Obama ce ne sono quattro o cinque. Ossia nessuno.

Sergio Della Pergola, Università Ebraica di Gerusalemme