moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

… Wat

Aleksander Wat, discendente in linea diretta di Rashi di Troyes, nato a Varsavia il 1 maggio del 1900, poeta polacco, ebreo, comunista, prigioniero nelle carceri e nei gulag staliniani a Leopoli, a Mosca, a Saratov e nel lontano Kazakistan, morto suicida a Parigi nel 1967, è stato fra l’altro autore di alcuni folgoranti aforismi. Come questo, attualissimo: “Ecco la peculiarità dei nostri tempi: Calibano che vede la propria immagine allo specchio, e se ne innamora”.

Laura Quercioli Mincer, slavista