moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

pianto…

“Aprì e vide il bambino ed ecco che piangeva …” (Shemòt 2, 6). Lo Tzaddìk Rabbì Bunem di Motwozk fa notare, a proposito di questo verso, che la figlia del faraone vide la cesta e vide il bambino piangere, lo vide ma non lo senti. Quindi disse: “…questo è uno dei bambini ebrei” (Shemòt 2, 6). Da questo dicono i Maestri: “Un ebreo è capace di piangere silenziosamente senza far uscire alcuna voce”.

David Sciunnach, rabbino