moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

alberi…

“…vi è qualche albero oppure no?”(Bemidbàr 13, 20). La domanda che Moshè pone agli esploratori prima di partire e cioè di verificare se vi siano degli alberi o no, fa sorgere delle domande ai nostri Maestri. Rabbì Shlomò Itzhaki, conosciuto con il suo acronimo Rashì, ci spiega che Moshè Rabbènu, con il termine albero intenda degli uomini giusti. Moshè da indicazione agli esploratori di verificare se vi siano dei giusti che con i loro meriti proteggono il popolo che risiede nella terra promessa da Dio. E che a causa dei loro meriti potrebbe rendere difficile la conquista della terra. In oltre Moshè da loro come indicazione di cercare nelle città, tra le vie e nei luoghi più comuni, e non in luoghi specifici come potrebbe esser per noi un Bet-Midrash un Bet-ha Knessèt dove è normale incontrare degli uomini pii. Da qui dicono i Maestri d’Israele che questo insegnamento che Moshè da è valido per tutte le generazioni ed in ogni luogo. E cioè che i Giusti influenzano gli altri stando in mezzo a loro, per le strade, ed in ogni luogo dove la gente ha come abitudine radunarsi.

David Sciunnach, rabbino

(29 maggio 2013)