moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Trieste – I bambini della Risiera

i bambini della RisieraIl Giorno della Memoria è sempre ricco di manifestazioni, il che comporta il rischio del ripetersi, facendone un contenitore vuoto di significato reale. “I bambini della Risiera” , scritto e diretto da Noemi Calzolari, prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione StarTs Lab ed il sostegno dell’Area Educazione, Università e Ricerca del Comune di Trieste, non è soltanto denso e rispettoso della storia e delle vittime, è molto di più.

Oggi, in una matinée riservata alle scuole e alle 20.30 in una recita aperta a tutto il pubblico, si potrà assistere ad una messa in scena in cui Sara Alzetta e venti, tra bambini e ragazzi diretti da Luciano Pasini con la collaborazione di Daniela Ferletta per la preparazione canora, impersoneranno la tragica esperienza di loro coetanei vissuti in quei tragici anni, recitando un testo che ripercorre gli eventi dal 18 settembre 1938, giorno in cui proprio a Trieste furono annunciate le “leggi razziali”, in verità razziste come definite oggi dagli storici. È un’impresa dotata di un valore pedagogico enorme, sia per i giovani attori, che con serietà ed impegno vi si sono cimentati che per i coetanei, che avranno così la possibilità di immedesimarsi veramente ed infine anche per gli adulti, perché la loro interpretazione e l’intensità del testo e delle musiche scelte, tratte principalmente dal repertorio ebraico e dal film “Schindlers List” raggiungono il cuore.
Perché suscita emozioni profonde rivivere, attraverso gli occhi dei bambini, il mutarsi dell’atteggiamento nei compagni di classe e di giochi, l’incredulità provata da nonni e genitori (molti dei quali tanto avevano fatto per lo sviluppo di una nazione che ora li rifiutava), la progressiva perdita di diritti e libertà e poi, i rastrellamenti, l’internamento in Risiera, campo di polizia, di transito e di sterminio, unico in Italia ad essere dotato anche di un forno crematorio. Alcune frasi dette dai giovani attori sono parte delle testimonianze tratte da diari e scritti di bambini e ragazzi di tante provenienze: sorprendenti, coraggiosi, straordinari nella consapevolezza di voler lasciare una traccia per sopravvivere nella memoria.
Coraggioso è il voler parlare di chi non occupante, ma collaborazionista, a volte anche vicino di casa, si accanì per una oscena ricompensa in denaro o per appropriarsi di una stanza in più. A tutto questo si aggiunge del materiale iconografico che verrà proiettato nel corso dello spettacolo e che darà ulteriore intensità ad una proposta che rappresenta un importante esempio di come si possa agire per costruire una seria coscienza civile.

I bambini della Risiera

Politeama Rossetti – Trieste, 22 gennaio 2014 – ore 20.30

Testo e regia di Noemi Calzolari

Con Sara Alzetta e i giovanissimi Loris Alberti, Evita Bertolini, Angela Cotterle, Erin Dorci, Beatrice Geletti,

Margherita Girardelli, Virginia Lanza, Sofia Maiola, Elisa Manzin, Giulio Marino, Matilde Marino, Nicolas

Pecar, Francesca Radoicovich, Jennifer Stigliani, Riccardo Tamaro, Caterina Trevisan, Anna Vlacci, Giulia

Zerjal, Caterina Zoppolato, Filippo Zoppolato.

Al violino Tony Kozina

Paola Pini

(22 gennaio 2014)