moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Roma – Un patriota per il sionismo

libro musolinoAlcuni decenni prima del moderno ideale sionista sviluppato da Theodor Herzl vi fu chi, nell’Italia pre-unitaria, contribuì a delineare una rinascita nazionale ebraica in Terra di Israele. Grande protagonista del Risorgimento, il patriota calabrese Benedetto Musolino si prodigò infatti per dare forza a questa idea lasciandone una traccia particolareggiata nel suo scritto più significativo, “Gerusalemme ed il popolo ebreo”, dato alle stampe mentre nel Meridione infuriava ancora l’arretratezza borbonica e a Roma persisteva l’infamia del Ghetto antiebraico. Un’opera commovente e coraggiosa, pubblicata una prima volta nel 1951 dall’allora Unione delle Comunità Israelitiche e oggi nuovamente in circolazione grazie alla casa editrice Libriliberi e a David Meghnagi, autore di un saggio introduttivo che definisce gli orizzonti e la singolarità di un impegno politico influenzato dai più autentici valori liberali che tanta presa ebbero nella vita di Musolino. A presentare l’opera, nella sala Mercede della Camera dei deputati, sono stati tra gli altri lo stesso Meghnagi e il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni, autori in gioventù – in occasione della comune militanza nei movimenti giovanili ebraici – di numerose ricerche volte a valorizzare una figura straordinaria ma di cui è scarsa la consapevolezza nell’opinione pubblica. Già nel 1951, con parole struggenti, Dante Lattes sottolineava sulla Rassegna Mensile di Israel il debito di gratitudine degli ebrei italiani verso Musolino. “L’Unione delle Comunità Israelitiche Italiane – scriveva l’autorevole rabbino e pensatore – ha riparato all’oblio delle generazioni passate. Spetta ora a Israele risorto rendere omaggio di gratitudine al patriota italiano, intitolando al suo nome una di quelle strade delle città d’Israele dove vibra la fede rinnovata nei destini della nazione e nell’avvenire pacifico e sereno degli uomini”. Apprezzamento per la ristampa è stato espresso dall’ambasciatore di Israele a Roma Naor Gilon e dal sindaco Ignazio Marino, che ha inviato un messaggio agli organizzatori. Sponsor dell’iniziativa l’Università Roma Tre (Master Internazionale di II livello in Didattica della Shoah), la Fondazione Cassa di Risparmio di Calabria e Lucania e la onlus Europa Ricerca.

a.s twitter @asmulevichmoked

(12 febbraio 2014)