moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Roma – Il rabbino capo Di Segni: “Il killer dell’Eur è un mitomane”

rds“Mai sentito nominare. In ufficio abbiamo un intero faldone di gente fuori di testa che mi scrive: ci sono persone di tutti i tipi, ma francamente questo delirio non me lo ricordo”. Il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni commenta così, per i nostri lettori, l’intervista del quotidiano Repubblica al proprietario della villa in cui è stata decapitata la colf ucraina Oksana Martseniuk.
In un passaggio dell’intervista Giovanni Ciallella racconta infatti della crisi mistica attraversata dall’assassino, il 35enne Federico Leonelli, che in un determinato momento della sua vita si sarebbe avvicinato ai testi della tradizione ebraica fino a sviluppare una vera e propria ossessione per gli stessi oltre all’intenzione di arruolarsi in Tsahal.
Sollecitato a spiegare quale idee si fosse fatto sull’uomo, Ciallella risponde: “Nessuna idea, le spiego quello che diceva lui. Mi raccontava di aver incontrato il rabbino di Roma e di essere pronto a unirsi all’esercito israeliano contro Hamas e i terroristi armati di missili”.
Affermazioni sulle quali rav Di Segni interviene con queste parole: “Mi capita di incontrare e parlare con molta gente, anche per strada. Forse un giorno gli avrò pure stretto la mano e un mitomane come Leonelli avrà creduto chissà cosa. Sono dell’idea che la sua vicenda debba essere oggetto di investigazioni psichiatriche, non penso servano altre valutazioni da parte mia”. Nell’intervista si racconta anche dell’opposizione formulata dalle istituzioni israeliane alle sue folli richieste. Anche se con alcune imprecisioni: si parla infatti di consolato mentre a Roma ha sede l’ambasciata e nessun visto, diversamente da quanto si legge, è necessario per accedere in territorio israeliano.
Anche al Portico d’Ottavia nessuno ha mai visto né sentito parlare di Leonelli prima del folle omicidio. Dal Bar Totò, storico punto di ritrovo in “piazza”, all’info point della Comunità ebraica la risposta è unanime: un millantatore.

Adam Smulevich twitter @asmulevichmoked
(ha collaborato Rachel Silvera)

(26 agosto 2014)