moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Il Rebbe di Roma

steindlerScrivendo del funerale del Lubavitch Rebbe, Rav Lau racconta che la cerimonia avvenne in un silenzio surreale finché un anziano hasid non cominciò a urlare: “Padre, padre!”. Un urlo di dolore sincero.
Per le comunità hasidiche il Rebbe non è solo il Rav o guida spirituale, il Rebbe è l’anziano “nonno” saggio, riverito e amato, che a sua volta ama la propria keillah e se ne fa carico in modo paterno.
Non so se le comuni radici cabalistiche tra la scuola livornese e quella hasidica abbiano fatto da impostazione similare, ma pensando a Rav Toaff ricordo in lui la figura di Rebbe, di grande amore familiare con la propria comunità.

Miky Steindler

(20 aprile 2015)