moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

educazione…

Abramo arma i ‘Chanichav’, i suoi educandi (Bereshìt, 14; 14) per andare a liberare suo nipote Lot prigioniero di guerra.
Si porta dietro 318 discepoli. È una delle rarissime volte, in tutta la Torah, in cui compare la radice della parola Chinuch-educazione.
La radice Chinuch va ben oltre l’insegnamento. Chinuch è educazione nel senso di iniziazione. Chinuch è inaugurare. Nelle parole di Rashì, Chinuch è iniziare una persona negli strumenti che gli serviranno in futuro. Come una casa che si inaugura solo dopo averla costruita, rifinita, e riempita di contenuti. Ma Chinuch come iniziazione è un istruzione strettamente legata alla pratica.
Chinuch è anche, e nostro malgrado, prendere i propri discepoli e far capire loro che vi sono dei momenti, nella lotta tra il bene e il male, in cui si devono accantonare libri e pii pensieri e attivarsi per salvare un proprio fratello vittima di soprusi e violenza.

Roberto Della Rocca, rabbino

(27 ottobre 2015)