moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

…coraggio

Tra i figli e i nipoti dei maggiori responsabili degli stermini del Novecento alcuni si sono appiattiti sulle posizioni dei padri, altri, sia pur pochi, si sono interrogati sulle colpe che pesavano sui loro avi e le hanno coraggiosamente rimesse in discussione. Così la pronipote di Goebbels, che ha passato la vita ad espiarne le colpe, così la pronipote di Himmler, così un giornalista turco, Hasan Cemal, nipote di Djemal Pasha, uno dei principali autori del genocidio armeno. Hasan Gemal ha denunciato in Turchia il genocidio armeno, ha chiesto scusa agli armeni, è stato incriminato dalle autorità turche per aver usato la parola genocidio, minacciato di morte, obbligato a vivere sotto scorta nel timore di attentati. Stasera presenterà a Milano, alla Casa della Cultura, il suo ultimo libro, edito da Guerini, 1915: genocidio armeno. Tra i presentatori, Antonia Arslan, la staordinaria autrice del terribile e delicatissimo La masseria delle allodole.

Anna Foa, storica

(14 dicembre 2015)