moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

… biografia

Con Il bambino nella neve (Feltrinelli), Wlodek Goldkorn attraverso la storia della sua vita, ci racconta gli ebrei di Polonia dopo la Shoah, quelli che tornati hanno provato a riprendere il filo interrotto con la persecuzione e a pensare che sia possibile e perseguibile la coabitazione politica e umana di gruppi culturalmente diversi. Un mondo che ha come riferimento l’esperienza e la cultura del Bund, un partito politico che comunica ai suoi membri la dignità di pensarsi in un “mondo futuro”, senza ritenere che quel mondo sia tutto per loro, o pensato per loro, ma dove è previsto un posto, forse anche in piedi, anche per loro. Una battaglia degna di essere ancora combattuta e mai abbandonata. Un libro “contro”, buono per molti luoghi: a Katowice e a Varsavia, dove Wlodek è nato e vissuto; qui in Italia, dove oggi vive; in Germania, dove è passato per andarsene rapidamente; ma anche a Gerusalemme dove ha provato a vivere, ma senza successo.

David Bidussa, storico sociale delle idee

(1 maggio 2016)