moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

rispetto…

Ieri ho goduto della lirica in piazza a Massa Marittima e chiudere la giornata con la Madama Butterfly mi ha portato sul palco il destino di una sposa bambina di quindici anni “netti netti” ed anche quello di una donna che per amore rinnega se stessa restando sola, senza famiglia e alla fine è uccisa (suicida), di fatto, da quello stesso amore. Potremmo aprire qui il senso culturale di un occidente che invade mondi altrui, amandoli, sposandoli ma di fatto lasciandoli soli o potremmo seguire il filo di un femmineo destino di morte che ha accompagnato ed accompagna anche questi giorni di terribili femminicidi e l’unico invito valido per il mondo maschile, imperialista o meno, è quello che Butterfly offre a Pinkerton: “Vogliatemi bene, un bene piccolino, un bene da bambino qual a me si conviene”. Un bene che sia rispetto per le bambine e per le donne, che sia dignità e mai possesso, appartenenza e mai potere.

Pierpaolo Pinhas Punturello, rabbino

(5 agosto 2016)