moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Diario di un soldato – Laurearsi

David Zebuloni, studenteDai vertici dell’esercito ai vertici dei mass media.
“Hai sentito?”, si vocifera nelle mense e negli uffici, per i corridoi e sotto le tende di tutte le basi sparse per il paese. “Gadi Eizenkot, il capo di Stato maggiore dell’esercito israeliano, intende garantire a tutti i combattenti la possibilità di laurearsi gratuitamente, a spese dello Stato.”
Un gesto di apprezzamento per chi dedica tre anni della sua vita all’incolumità dello Stato e di chi ci abita? Un risarcimento per chi compie il sacrificio di sporcarsi le mani di fango e di sangue sotto il sole cocente o sotto il diluvio universale? Forse.
img_20160909_100445O forse il messaggio è tutto da interpretare. Di nuovo.
Forse Eizenkot ci vuole dimostrare che la mente è più forte del braccio. O che il braccio non può realizzarsi senza la mente.
O forse… Forse è solo un gesto di apprezzamento per chi mangia tonno in scatola per tre anni.

David Zebuloni

(9 settembre 2016)