moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Mondiale della comunicazione sportiva
Ginettaccio, trionfo in volata

Una nuova straordinaria vittoria, in volata, per Gino Bartali. Il documentario Rai sul grande ciclista toscano e la sua azione di salvataggio di ebrei e perseguitati, realizzato con la collaborazione con la redazione giornalistica UCEI, si è aggiudicato ieri la Ghirlanda d’Onore al campionato mondiale della Televisione, del Cinema, della Cultura e della Comunicazione sportiva.
Ideato e coordinato da Massimiliano Boscariol, produttore esecutivo Rai, il documentario “Gino Bartali, il campione e l’eroe” condotto da Ubaldo Pantani era stato scelto nella cinquina finalista del premio a inizio autunno. Ieri sera, nella sede dell’Auditorium della Regione Lombardia a Milano, durante un’intensa cerimonia di premiazione cui ha preso parte anche il ministro Dario Franceschini, la consegna del prestigioso riconoscimento nelle mani di Boscariol e di uno degli autori, Antonio Ficarra.
“Sono molto orgoglioso per quello che abbiamo realizzato e per come è stato recepito. Una grande vittoria” afferma Boscariol.
schermata-2016-11-22-alle-10-24-50Tra i protagonisti del documentario, assieme ad alcuni opinionisti e all’attore Pierfrancesco Favino, anche il giornalista UCEI Adam Smulevich, che negli scorsi anni ha contribuito a portare alla luce numerose testimonianze inedite sull’eroismo di Bartali assieme tra gli altri alla psicologa Sara Funaro, oggi assessore del Comune di Firenze.

(22 novembre 2016)