moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

tempo…

La tragedia dà luogo al pessimismo. Il tempo ciclico porta all’accettazione. Il tempo lineare genera ottimismo. Il tempo del Patto dà vita alla speranza. Queste non sono solo emozioni diverse. Sono modi radicalmente differenti di rapportarsi alla vita e all’universo. Sono espressi nei diversi tipi di storie che le persone raccontano. Il tempo ebraico affronta sempre un futuro aperto. L’ultimo capitolo non è stato ancora scritto. Il Messia non è ancora arrivato. Fino ad allora, la storia continua – e noi, insieme con Dio, siamo i co-autori del capitolo successivo.

Jonathan Sacks, rabbino

(15 gennaio 2017)