moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Roma – La Storia maestra di vita

Si è tenuto questo pomeriggio, nella splendida cornice della Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati, il convegno “La storia maestra di vita”, organizzato dall’Associazione Nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica italiana, incentrato sulle figure dei Giusti tra le Nazioni.
I lavori del convegno, sono stati aperti dai saluti del Vicepresidente della Camera Roberto Giachetti, del capo della Polizia Franco Gabrielli, del Questore di Roma Guido Marino, del Presidente dell’Ancri Guido Bove e della Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, la quale ha tenuto un intervento incentrato sul valore della libertà in relazione alla prossima festività di Pesach, la Pasqua ebraica, in cui si ricorda la liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù in Egitto.
A portare la sua testimonianza della Shoah Piero Terracina, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz e cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana. Sono poi intervenuti alcuni famigliari e persone legate a tre Giusti tra le Nazioni: Franco Perlasca, figlio di Giorgio Perlasca, Angelo de Fiore, nipote e omonimo del Questore Angelo De Fiore, e Florinda Palumbo, figlia di Alberino Palumbo, all’epoca dei fatti attendente di Giovanni Palatucci.
Con questo convegno l’Ancri intende proseguire l’impegno a non dimenticare l’orrore dello sterminio del popolo ebraico e delle leggi razziste. Un impegno volto anche a mantenere viva la memoria di quanti, a causa delle proprie idee e della propria fede religiosa, hanno subìto la deportazione, la prigionia e la morte nei campi di concentramento, ma anche di tutti coloro che si sono opposti al progetto di sterminio e hanno contribuito a salvare le vite di tante persone, anche a rischio della propria.

Marco Di Porto

(31 marzo 2017)