moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

“Una medaglia per Guardistallo”

Una medaglia d’oro al valor civile per il Comune toscano di Guardistallo, dove il 29 giugno 1944, dopo alcuni scontri tra partigiani e tedeschi, i nazisti compirono una strage che costò la vita a 11 di quei partigiani e a 46 civili. E questo appena un giorno prima che gli americani entrassero nel Paese.
È la richiesta che il sindaco di Guardistallo, Sandro Ceccarelli, appoggiato dai primi cittadini dei Comuni di Volterra, Pomarance, Cecina, Rosignano Marittimo, Castagneto Carducci, Bibbona, Casale Marittimo, Riparbella, Castellina Marittima, Monteverdi, Montecatini Val di Cecina, Castelnuovo Val di Cecina, Santa Luce, Stazzema e Spilamberto ha inviato negli scorsi giorni al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
A sostegno dell’iniziativa una petizione in rete lanciata da Gadi Polacco, esponente della Comunità ebraica livornese ed ex Consigliere UCEI. Afferma Polacco: “Molto si è scritto e discusso al riguardo di questo tragico episodio la cui memoria è ancora ben presente a Guardistallo, come ho potuto constatare visitando più volte il luogo e partecipando a momenti di ricordo. Proprio questa salda volontà di fare Memoria mi induce a proporre, modesto strumento, questa petizione che in realtà vuol essere solo un segnale di appoggio e condivisione per una richiesta che appare ben motivata, peraltro nei confronti del primo Comune italiano che ha ritenuto di onorare la memoria, dedicandogli il Parco della Pace, al rabbino Elio Toaff che visse, da perseguitato e partigiano,il tragico periodo storico nel quale s’inserisce anche l’eccidio di Guardistallo”.
Nei prossimi giorni, spiega,l’esito della raccolta delle firme verrà trasmesso alla Presidenza della Repubblica a sostegno della richiesta avanzata.

Per sottoscrivere la petizione, andare sul sito www.petizioni24.com,
link diretto: https://www.petizioni24.com/medaglia_doro_al_valor_civile_al_comune_di_guardistallo__sostegno_alla_richiesta?utm_source=fb_share

(19 agosto 2018)