moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

STORIA Ebrei in Terre d’Islam: l’epoca d’oro che non ci fu

bensoGeorges Bensoussan / GLI EBREI NEL MONDO ARABO. L’ARGOMENTO PROIBITO / Giuntina

È veramente esistito, come raccontato da numerosi storici e testimoni, un momento di coesistenza armoniosa tra ebrei, musulmani e cristiani in terra araba? Rifiutando la leggenda di un’epoca d’oro, Georges Bensoussan mostra come il mondo arabo fu per le minoranze, in particolare per gli ebrei, una terra in cui erano sì protetti (dhimmi), ma anche umiliati, e a volte vittime di veri e propri pogrom.

In questo saggio Gli ebrei e il mondo arabo, edito da Giuntina e il cui eloquente sottotitolo è L’argomento proibito, Bensoussan dimostra la sua tesi basandosi su materiali di archivio tratti da fonti militari, diplomatiche e amministrative, e indaga anche i motivi storici e psicologici della riscrittura della storia ebraica nel mondo arabo dagli inizi del XX secolo fino a oggi, affrontando inoltre il tema del rapporto del mondo musulmano nei confronti della modernità occidentale.

Georges Bensoussan, classe 1952, ebreo francese nato in Marocco, è uno dei maggiori storici e studiosi europei dell’antisemitismo e della Shoah. Nel 2015, nel corso di una trasmissione radiofonica su France2, disse: “Il sociologo algerino Smaïn Laacher, con grande coraggio, ha detto che nelle famiglie arabe in Francia — è risaputo ma nessuno vuole dirlo — l’antisemitismo arriva con il latte materno”. Da quel momento fu preso di mira da associazioni arabe, che scatenarono un violento dibattito pubblico e lo trascinarono in tribunale. Per aver detto quello che questo libro dimostra essere a tutti gli effetti uno scomodo, quanto rispondente al vero, dato di fatto.

Bensoussan propone i risultati dei suoi studi sulla coabitazione tra ebrei e arabi, mettendone in evidenza anche gli aspetti positivi. A dire il vero non molti, in un quadro che appare sostanzialmente desolante. E che è ben lungi dal descrivere i contrasti tra le due identità religiose come direttamente collegati agli eventi relativi alla nascita dello Stato d’Israele, dimostrando come affondino le radici in tempi molto antichi.

Marco Di Porto