moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

“Con il calcio costruiamo futuro”

Il Roma Club Gerusalemme è da sempre un modello di incontro e dialogo attraverso lo sport. Lo dimostra, tra le tante, una iniziativa della scorsa estate particolarmente riuscita: una gara di calci di rigore sotto la Porta di Giaffa, uno degli accessi alla Città Vecchia, cui hanno partecipato 250 bambini da tutta Gerusalemme e che ha visto alternarsi in porta vecchie glorie del calcio locale. Mentre in Russia si disputavano i Mondiali, a Gerusalemme ci si sfidava per qualcosa di più piccolo e più grande al tempo stesso.
Per il vincitore di questa competizione, un ragazzino 15enne originario di A-tur (Gerusalemme Est), è ora il tempo del meritato premio: una visita in queste ore a Torino, al seguito della Juventus. Stasera infatti Mahmoud, dopo aver visitato il museo della squadra bianconera, sarà sugli spalti dell’Allianz Stadium per assistere alla gara che vedrà contrapposti i padroni di casa al Chievo. Vedrà così di fronte i suoi beniamini: da Cristiano Ronaldo a Cuadrado, da Dybala a Bonucci.
Insieme al ragazzo viaggia tra gli altri Samuele Giannetti, anima del Roma Club e instancabile organizzatore di iniziative che vanno oltre il contorno agonistico. “Bisogna lavorare, bisogna fare cose insieme. Lo sport – afferma Giannetti – ha questa straordinaria potenzialità”.
La visita a Torino sarà anche l’occasione per allacciare nuovi rapporti e approfondire prossime iniziative congiunte con la Juventus. Il Club, con oltre 30 effettivi, sarà poi a Roma in primavera come già altre volte nel recente passato. Incontri istituzionali e incontri sul campo con la Academy romanista e varie squadre locali. Un’altra preziosa opportunità per far conoscere questa compagine speciale.

(21 gennaio 2019)