moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

La Giornata a Venezia
“Sogni non interpretati,
lettera non aperta”

Ad aprire la Giornata della Cultura Ebraica a Venezia, dopo i saluti istituzionali del presidente della Comunità ebraica veneziana Paolo Gnignati e delle autorità presenti, un incontro sul tema “Un sogno non interpretato è una lettera non aperta”, con il rav Roberto Della Rocca in dialogo con lo psicanalista Luigi Boccanegra.
Come ogni anno Comunità ebraica e CoopCulture stanno offrendo al pubblico diverse opportunità di visita aprendo le sinagoghe Levantina, Tedesca e Canton e il Museo ebraico, visitabili gratuitamente fino al tardo pomeriggio; quest’anno ad arricchire l’offerta museale anche l’allestimento di una sala dedicata alla mostra psalm di Edmund de Waal. Fruibili, informa la Comunità anche cimiteri antico e moderno del Lido (a curare le visite lo storico custode Aldo Izzo)
Per approfondire il tema della Giornata l’appuntamento era questa mattina in Campo di Ghetto Novo con il Laboratorio creativo per tutti “Racconti di sogni”. A seguire in programma una visita guidata alla mostra “palms di Edmund de Waal”, prima in italiano, poi in inglese. Alle 17 è prevista una visita al Giardino Segreto della Scola Spagnola. La conclusione della giornata alle 19.30 in Campo di Ghetto Novo, con il Concerto Jewish Experience di Gabriele Coen e Francesco Poeti.

(15 settembre 2019)