moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Anne Frank. Vite parallele al cinema

“Il diario di Anne Frank rappresenta un incredibile insegnamento, uno strumento capace di offrire una reale comprensione delle esperienze umane del passato sino al nostro presente e quindi nel nostro futuro. Lo trovo fondamentale ed è per questo che ho voluto prendere parte al progetto”. Così l’attrice Helen Mirren nello spiegare perché ha deciso di prestare la sua voce al documentario “Anne Frank – Vite parallele” di Sabina Fedeli e Anna Migotto. Il film, che sarà proiettato dal 11 al 13 novembre nei cinema italiani, alterna le parole del celebre Diario alle voci di cinque donne internate da adolescenti nei lager ma che – a differenza di Anne – sopravvissero alla Shoah. Il documentario è stato prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital in partecipazione con RAI Cinema, in collaborazione con l’Anne Frank Fonds di Basilea e con il Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa mentre l’iniziativa delle proiezioni ha ricevuto il patrocinio dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Il progetto è stato presentato negli scorsi giorni a Milano, alla presenza tra gli altri del vicepresidente UCEI Giorgio Mortara che ha sottolineato la volontà dell’Unione di far inserire la pellicola nel quadro delle iniziative portate avanti con il Miur nelle scuole italiane. “Può diventare uno strumento efficace e fondamentale per il mantenimento della Memoria”.