moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

La complessità di Israele sul grande schermo

Al via nelle scorse ore, con la proiezione del film The Unorthodox di Eliran Malka, la quattordicesima edizione della rassegna Pitigliani Kolno’a Festival – Ebraismo e Israele nel Cinema. Uno sguardo sul cinema israeliano, sempre ricco di spunti, che si è aperto quest’anno con un film che mette al centro le vicende che hanno portato alla nascita del partito Shas. Questi i numeri e i temi del festival, nelle parole delle curatrici Ariela Piattelli e Lirit Mash: “Quindici anteprime italiane, 13 film tra documentari e lungometraggi, tre nuove serie tv da Israele, grandi ospiti, un premio alla carriera e un panel dedicato alle coproduzioni Italia-Israele con le voci dei professionisti dai due paesi”. Molti film guardano al passato dello Stato, offrendone un’interpretazione. Altri, hanno spiegato le curatrici, “guardano al presente, affrontando temi e problematiche molto attuali”.
Soddisfazione per il percorso compiuto fino ad oggi è stata ieri espressa, alla Casa del Cinema, anche dal presidente del Pitigliani Bruno Sed, dell’ambasciatore israeliano Dror Eydar, della presidente UCEI Noemi Di Segni e dall’assessore regionale Giovanna Pugliese.

Clicca qui per il programma completo.

(17 novembre 2019)