moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Le iniziative delle Sardine,
tra Predappio e 27 gennaio

rassegnaLe “Sardine” ancora protagoniste sui giornali, tra mobilitazione nelle piazze e progetti per il futuro. Repubblica ne segnala alcuni: “I bolognesi, pronti a tornare a piazza Maggiore prima delle Regionali, preparano un’iniziativa nella Predappio di Mussolini. E vogliono finanziarsi con un crowdfunding. In Liguria, invece, le Sardine vogliono allestire un treno con vagoni divisi per tematiche da far viaggiare verso la Francia il 27 gennaio, nel Giorno della Memoria, per schierarsi contro la ‘deportazione’ dei migranti”.

“Tra i pescetti pure dei seguaci di Hamas”. È il titolo di Libero, che attacca la presenza sul palco romano di una coppia palestinese in odor di estremismo. “Dispiace – si legge – che fra le tante sardine così attente al linguaggio nessuno si sia accorto che la signora Asfa sui social chiama Israele ‘lo stupratore sionista’”.

L’Unione Europea come Auschwitz, con Boris Johnson che ne esce saltellando. L’indecente vignetta di Marione, il fumettista che da qualche settimana cura la campagna di comunicazione della sindaca di Roma Virginia Raggi, apre un caso politico. La sindaca ha parlato di disegno che contrasta “con la mia sensibilità su temi che mi hanno sempre vista impegnata in prima persona”. Per Il Messaggero scuse deboli “che non sembrano placare la polemica”.

È un caso in Francia la foto di Elie Hatem, nazionalista franco-libanese che ha più volte fatto parlare per le sue posizioni estreme, con Emmanuel Macron e la moglie Brigitte. Che ci faceva una figura così controversa all’Eliseo, ospite di una cerimonia solenne come la consegna di alcune Legioni d’Onore? Scrive il quotidiano online Mediapart, il cui articolo sulla vicenda è tradotto dal Fatto Quotidiano: “Molte personalità hanno gridato la loro indignazione, tra cui l’intellettuale socialista Raphael Glucksmann e Alexis Corbière della France Insoumise, partito della sinistra radicale, ma anche l’Unione degli studenti ebrei di Francia”.

Su La Stampa si presenta Non è facile essere ebreo, di Riccardo Calimani, pubblicato da La Nave di Teseo. “Il volume – viene spiegato – si presenta come un’agile guida ai fondamentali di un’identità religiosa, storica, culturale davvero difficile da cogliere”.

Adam Smulevich twitter @asmulevichmoked

(16 dicembre 2019)