moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Dubbio e spaccature

sermoneta“C’è forse il Signore in mezzo a noi oppure no? E venne ‘Amalek…” (Shemòt 17; v 7-8)
Alla fine della nostra parashà la presenza divina in mezzo al popolo si manifesta con tutta la sua regalità: passaggio del Mar Rosso, l’acqua amara che diviene dolce, la manna ecc. ancora una volta il popolo mette in dubbio il Suo sostegno “Hajesh A’ – C’è forse il Signore..”.
Quando vi sono dubbi non c’è certezza e, la sua mancanza provoca spaccatura in mezzo al popolo. L’emunà – la solida fiducia in D-o – beneficia il popolo di situazioni positive e gli dà la forza di andare avanti per la propria strada, mentre la mancanza di fiducia e il dubbio in ciò che riserverà il futuro non fanno altro che portare frattura e distruzione.
Soltanto dopo una tale esternazione (c’è forse il Signore in mezzo a noi oppure no? ) arriva ‘Amalek che è considerato il più acerrimo nemico del nostro popolo; colui che usa attaccare alle spalle e la parte più debole di esso.
I nostri Maestri hanno sommato le lettere che compongono il nome.
‘Amalek che corrisponde a 240; la stessa somma corrisponde ad un altro termine, che è “safek – dubbio”. Con questo giochetto ci insegnano che il dubbio e la spaccatura, all’interno del nostro popolo, provocano più danni di qualsiasi altro nemico, se non ‘Amalek.

Rav Alberto Sermoneta