moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

16 ottobre ’43, i luoghi raccontano

“Abbiamo deciso di far parlare come testimoni i luoghi simbolo della persecuzione antiebraica nella Capitale. Ne emerge una visione nuova e assolutamente inedita al grande pubblico di una città che ha dato grandi prove di solidarietà e valore, ma anche di tradimento e viltà”.
Mario Venezia, presidente della Fondazione Museo della Shoah, presenta con queste parole il documentario “Roma e la Shoah. Luoghi e storie della persecuzione”.
Dopo una prima messa in onda all’interno di un dossier del Tg2, è ora disponibile anche su Raiplay. Un modo per ricordare e per avvicinarsi, con maggiore consapevolezza, all’anniversario del 16 ottobre 1943. Il giorno della razzia nel vecchio ghetto.
Diretto da Dario Prosperini e scritto da Amedeo Osti Guerrazzi, il documentario (che si avvale delle testimonianze di Emanuele e Marco Di Porto, entrambi testimoni di quel drammatico periodo) ha il merito di far parlare proprio i luoghi. Di dare contorno, contesto, forza storica. E anche di portare all’attenzione del pubblico storie e vicende meno conosciute. Ci si muove dentro Roma. Ma è una prospettiva diversa dal solito.
“Ripercorrendo le strade di Roma, si fatica ad immaginare che vie, vicoli e piazze siano stati scena di tante atrocità, ingiustizie e tragedie. Nel racconto affiorano anche storie di speranza, coraggio e umanità. È il bene che lotta e sopravvive”, sottolinea al riguardo Prosperini. Un documentario che offre dunque una visuale in cui, spiega Osti Guerrazzi, i protagonisti sono vittime, carnefici, salvatori”. Ma soprattutto, aggiunge, “la protagonista è la città”.
Clicca qui per rivedere il documentario su Raiplay.