moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

La caratteristica di uno zaddiq

La grandezza di un uomo si vede anche dal modo con cui sa rapportarsi con chi è più grande e importante di lui.
Nella parashà di va-jerà, leggiamo di Abramo che contratta con l’Eterno per salvare le città di Sodoma e Gomorra, tentando il tutto per tutto.
Infatti, a differenza di Noach che al momento in cui D-o gli comanda di costruire l’arca per mettersi in salvo insieme alla sua famiglia esegue, ma (apparentemente) non prova nemmeno a far qualcosa per salvare l’umanità dal diluvio, Abramo ha la forza di sfidare la giustizia divina nel tentativo di salvare esseri umani: “forse che il Giudice di tutta la terra, non farà giustizia?” (Genesi, 18;25).
Questa è la caratteristica di uno zaddiq: colui che mette a repentaglio la sua vita per il bene e la salvezza, anche di un solo uomo.

Rav Alberto Sermoneta, rabbino capo di Bologna