moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

12, un viaggio in musica
nel segno dell’identità

Un compositore classico e un cantautore post punk. Da questo incontro tra mondi apparentemente inconciliabili, uno rappresentato da Riccardo Joshua Moretti, l’altro da Alex Ezra Fornari, è scaturito un album speciale: “12”.
Prodotto da Compagnia Nuove Indye (CNI) / Hi-QU Music, dopo una prima fase distributiva negli store digitali è ora disponibile anche come cd e vinile. Un viaggio in dodici brani permeato di ebraismo, pur senza espliciti riferimenti al testo biblico e ad altre fonti tradizionalmente citate.
“Non nomina la Bibbia nemmeno una volta, non si lascia scappare nemmeno per sbaglio un nome di rabbino o l’ennesimo aneddoto della perduta Ostjudentum, non cita nessun manierismo di melodia klezmer”, è stato scritto di quest’opera. Ciò nonostante l’ebraismo, a un orecchio attento, affiora più volte tra le pieghe di questo suggestivo itinerario artistico.
Più esplicitamente ebraica una delle ultime prove di Moretti, il cd “Niggun Tullia Zevi” che raccoglie di due brani composti ed eseguiti al Quirinale, davanti al Capo dello Stato Sergio Mattarella, in occasione del centenario della nascita della grande leader dell’ebraismo italiano.
Una produzione anch’essa Compagnia Nuove Indye, con il patrocinio della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia.

(6 gennaio 2021)