moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

La storia di Qorach

“Ogni controversia che abbia scopi sacri, finisce per avere risultati durevoli, mentre qualsiasi controversia che non abbia scopi sacri, non è destinata ad avere risultati durevoli. Quale è l’esempio di una controversia avente scopi sacri? Quella di Hillel e di Shammai; mentre una controversia senza scopi sacri è quella di Qorach e della sua congrega” (Avòt 5;17).
Domani mattina leggeremo proprio il brano di Torà che narra della storia di Qorach e della sua congregazione. La sete di potere di costui contagia tutto il suo gruppo, formato da duecentocinquanta persone che si ribellano a Moshè ed a Aharon soltanto per spirito di controversia.
Qorach aveva già un incarico importante in mezzo al popolo. La sua ribellione diviene soltanto una questione personale (addirittura familiare – era cugino primo di Moshè e Aharon), che sfocia però in una tragedia. “Il potere logora” sostengono alcuni, ma la sete di un potere senza motivo distrugge e conduce alla morte.

Rav Alberto Sermoneta

(11 giugno 2021)