moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Le origini di Israele

Israele è “un paese del quale molto si parla, facendo invece il più delle volte un’esperienza scarsa se non nulla degli eventi concreti. Un nulla che viene coperto da stereotipi, luoghi comuni, apologie acritiche o, più spesso, insensate demonizzazioni”. Lo sottolinea in apertura del suo ultimo libro – Israele, una storia in dieci quadri (Laterza) – lo storico Claudio Vercelli, evidenziando come il tema Israele nel dibattito pubblico sia spesso discusso attraverso la lente del pregiudizio. E come questa distorsione sia il frutto di una poca consapevolezza rispetto alla storia che ha portato alla nascita dello Stato degli ebrei e su cosa sia veramente il sionismo. Temi che lo storico affronta nel libro così come in un seminario per docenti promosso dall’associazione Figli della Shoah con patrocinio dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. “Sionismo, Shoah e nascita dello Stato d’Israele. Come ragionarci, come parlarne, come discuterne”, il titolo del seminario diviso in dieci tappe (dal 7 febbraio all’11 aprile) in cui Vercelli esamina il contesto in cui è nato il sogno sionista fino alla sua realizzazione nella nascita di uno Stato vero e proprio.