moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Il confronto alla stampa estera
“Più consapevolezza contro l’odio”

legnst

“Costituzione, Carta dei diritti dell’Unione Europea e Convenzione dei diritti dell’uomo: sono le queste le garanzie di cui disponiamo oggi contro ogni forma di discriminazione odiosa. Dobbiamo conoscerle, usarle e difenderle contro il diffondersi dell’odio e di rigurgiti di razzismo e antisemitismo in Italia e in Europa”.
Così il vicepresidente emerito del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini, tra gli ospiti di un confronto sul tema degli estremismi politici e religiosi “dalla Notte dei cristalli a Halle” organizzato nella sede dell’Associazione della Stampa Estera dall’American Jewish Committee, in collaborazione con Religions for Peace Italia. Molti gli spunti offerti nel corso della conferenza, introdotta dalla giornalista Lisa Palmieri-Billig, rappresentante Ajc in Italia e presso la Santa Sede.
Moderati dal comunicatore istituzionale Antonello Mastino, i relatori hanno portato un contributo stimolante andando a fondo delle lacerazioni e dei problemi aperti.
L’antisemitismo palese e quello “mascherato”; ‘odio antiebraico che talvolta si esprime attraverso l’antisionismo, la cui connotazione antisemita – ha ricordato la rappresentante Ajc – è richiamata nella dichiarazione dell’IHRA; le sfide di un dialogo necessario, ma spesso in salita, tra ebraismo e islam. Di questo e di molto altro si è discusso.
Ad aprire l’incontro le parole del filosofo Rocco Buttiglione, della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali. Sono poi intervenuti padre Etienne Veto, direttore del Centro Cardinal Bea per gli studi giudaici della Pontificia Università Gregoriana; il professor Adnane Mokrani, del Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica; il presidente di Religions for Peace Italia e Europa Luigi De Salvia.

(6 novembre 2019)