moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: educazione

melamed, istruzione – L’importanza della genetica

Se è vero che l’umanità ha raggiunto il limite massimo delle sue prestazioni fisiche, potremo almeno consolarci con quelle mentali? Dall’Islanda ci rispondono di no.
La contraddizione intrinseca fra istruzione superiore e tasso di fecondità è nota: nei Paesi dove …

educazione…

Il mondo che i nostri figli erediteranno sarà diretta conseguenza del livello delle scuole che metteremo loro a disposizione.

Jonathan Sacks, rabbino

(31 dicembre 2017)…

Scuola, discussione, memoria

annasegreA quanto pare, alcuni licei italiani attiveranno in via sperimentale corsi intensivi per permettere ad alcuni allievi di conseguire il diploma in quattro anziché in cinque anni. Non so bene che esito avrà tutto questo ma intanto le scuole e …

anavim

Educazione, la sfida ebraica

Una serata organizzata dal gruppo Anavim per riflettere sul rapporto tra scuola e Comunità Ebraica. La scuola che sulla comunità si poggia in maniera massiccia per quanto riguarda le spese ma che funge letteralmente da collante sociale, la comunità che …

melamed, milano – Scuola, cuore della comunità

fondazione scuola
L’ebraismo per tradizione pone l’accento sull’educazione. “Lo studio, la scuola sono il cuore di una Comunità ebraica” ha ribadito ieri rav Alfonso Arbib, rabbino capo di Milano, nel corso di una serata dedicata proprio al valore dello studio: la cena …

melamed, lettera dei 600 – Scrivere ancora un tema?

scrivere un tema doppiozero
Nell’ampia, e talora aspra, discussione sul degrado dell’italiano, generata dalla recente lettera-appello di 600 docenti e germinata in innumerevoli spin-off che ne hanno esplorato le diverse sottotrame politico-ideologiche (dalle responsabilità della scuola a quelle del web, passando per un classico …

melamed, opinioni – Contro i lavoretti, onestà

lavoretti
È qualcosa che molti genitori pensano, ma in pochi ammettono apertamente: i lavoretti fatti dai bambini a scuola sono brutti. La ragione per cui nessuno dice niente, oltre ovviamente il desiderio di non offendere i ragazzini, è che si tende …