moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Tag: media

Jewish Media Summit 2018
“Convivenza, io ci credo”

Durante la seconda intifada il 14enne palestinese Ziad Sabateen venne arrestato per aver partecipato alle proteste. “Ero arrabbiato, avevo visto i soldati maltrattare la mia famiglia e partecipai. Per questo, ho passato cinque anni in una prigione israeliana. E nel …

IMG-20180313-WA0000

L’incontro europeo a Roma
“Comunicazione, facciamo rete”

Costruite le premesse, attivato un confronto che ha coinvolto figure professionali che operano nella comunicazione di enti e associazioni ebraiche di 16 diversi paesi europei, la sfida è quella di dare continuità a un progetto che possa durare nel tempo. …

Storie – Fascismo visto dagli Usa

MarioAvaglianoAlmeno in una prima fase il fascismo e Mussolini furono mitizzati dai corrispondenti americani. Il duce venne ritratto come un dittatore buono, l’uomo che aveva salvato l’Italia dal bolscevismo e che era capace di inserirla nel flusso storico della modernità. …

Il mezzo è mezzo messaggio

caloI manicomi sono stati (giustamente) chiusi ma, per fortuna, è rimasta Facebook, che ci permette di scambiarci feroci contumelie senza il fastidio dei freni inibitori. Mi pare di ricordare che, secondo William James, non si piange perché si è tristi …

Deformazioni

lucreziCom’è ben noto, e come siamo costretti purtroppo costantemente a ripetere, ogni difesa, a qualsiasi livello, di Israele e dell’ebraismo, deve sempre fare i conti, oltre che con le molte e varie armi – missili, carri armati, coltelli, pietre, camion, …

mondo social – WhatsApp, rabbia e rancori

socialPer molti decenni il conflitto nella scuola è stato tra studenti e insegnanti, tra la giovinezza e l’autorità, tra il desiderio fisiologico di libertà e il richiamo all’ordine, al dovere, alla responsabilità. Pinocchio contro la scuola, la spensieratezza contro la …

La morte come messaggio

torino vercelliIn genere funziona quasi sempre così: al clamore procurato dagli attentati si avvicenda un periodo, più o meno lungo, nel corso del quale l’azione dei movimenti jihadisti non occupa la scena né, tanto meno, raccoglie l’attenzione mediatica e, in immediato …

I Comites: “Basta con la disinformazione”

“Viva preoccupazione” per il modo in cui i media italiani stanno coprendo i recenti episodi di violenza in Israele è espressa, in una nota congiunta, dalle sezioni di Gerusalemme e di Tel Aviv del Comites.
“In due mesi in Israele …

Informazione – International Edition I media e la demenza digitale

ishot-296“Di fronte all’enorme ondata di degrado della dignità della persona, di linguaggio aggressivo, di volgarità e anche di pura imbecillità, i grandi quotidiani italiani stanno seriamente cominciando a pensare di limitare o di impedire la possibilità del pubblico di scrivere …