moked/מוקד

il portale dell'ebraismo italiano

Qui Casale – Leo Levi, un ricordo dal Piemonte

C’era anche l’imam Yahya Pallavicini tra i tanti amici venuti ad ascoltare Paolo de Benedetti nel suo secondo incontro con la Comunità ebraica di Casale. Il tema scelto dal teologo, vale a dire la figura del patriarca biblico Noè, ha richiamato una vasta folla interconfessionale di appassionati. A ben ragione, come è stato sottolineato, perché di fatto il diluvio può essere letto come una sorta di ri-creazione del mondo in cui l’Onnipotente stabilisce da capo un patto con il creato. Non solo l’uomo, ha spiegato De Benedetti, ma anche gli animali hanno un posto speciale in questo nuovo accordo. L’iniziativa era pensata anche per rendere omaggio alla singolare mostra realizzata da Carlo Pasini in Sala Carmi: una piccola Arca di Noè rivestita di puntine da disegno.
Domenica intanto la Comunità casalese renderà omaggio alla straordinaria figura di Leo Levi, poliedrico intellettuale, scrittore e musicologo distintosi sia per gli scritti che per l’impegno civile. Con la figlia Yaala Levi Zimmerman interverranno gli storici Alberto Cavaglion e Arturo Marzano. Nel corso dell’incontro, che avrà inizio alle 16, sarà inoltre proiettato il film-documentario Leo Levi. L’uomo con la Nagra e ci si soffermerà su uno dei più preziosi lasciti letterari dello stesso Levi, ‘Contro i Dinosauri – Scritti Civili 1931-1971’, edizione L’ancora del Mediterraneo.